Perchè creiamo formaggi senza latte in polvere

Perchè creiamo formaggi senza latte in polvere

Monday, September 21, 2015

Partiamo dal presupposto che la legge italiana proibisce l'uso di latte in polvere per fare formaggio: Buona notizia. Probabilmente il lettore è a conoscenza del fatto che l'unione europea (su richiesta di alcuni caseifici italiani) ha invitato l'Italia a modificare questa legge per garantire la libera circolazione delle merci e adesso lo stato Italiano rischia una multa. Non è difficile capire quali caseifici abbiano fatto pressioni per l'eliminazione di questa legge: realtà industriali che non hanno niente a che fare con la piccola produzione casearia e artigianale ampiamente diffusa in Italia. Coldiretti ha provato a spiegare perché conviene alle realtà industriali che il latte in polvere possa essere utilizzato: un chilo di latte in polvere costa circa due euro e permette di produrre dieci litri di latte liquido. Mentre alla stalla il litro costa, prezzo della Lombardia, circa 36 centesimi. Il formaggio fatto con latte in polvere non è nocivo (è sterilizzato e disitratato): secondo noi del Caseificio Valle Infernotto a risentirne non è la salute, ma la qualità. Altra osservazione da fare è che il divieto è applicato esclusivamente alle aziende italiane, per cui noi possiamo mangiare una mozzarella fatta con latte in polvere proveniente da altre parti dell'Europa comprata in un qualsiasi supermercato. Slow food ha lanciato una raccolta di firme chiamata 'Il formaggio si fa con il latte' che ha raccolto grande consenso in tutte le parti d'Italia e che noi abbiamo sottoscritto e firmato a Cheese 2015. Il Caseificio Valle Infernotto utilizza esclusivamente latte nazionale (piemontese) intero e per garantire la qualità dei suoi formaggi ad agosto ha effettuato una visita guidata (rivolta a tutti i rivenditori) alle stalle in cui questo latte viene prodotto. Ecco la nostra risposta alla domanda di SlowFood: 'PERCHE' DICO NO AL LATTE IN POLVERE NEI FORMAGGI?' Perchè per creare formaggi eticamente buoni occorre utilizzare un latte eticamente munto!